CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1946-47: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 25a ALLA 30a GIORNATA

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
L’inverno è ufficialmente terminato, quando le venti formazioni diserie A scendono in campo per disputare la venticinquesima giornata campionato italiano di calcio 1946-47.
25a GIORNATA: domenica 23 marzo 1947       

 Atalanta – Alessandria  1-0    

82′ Cergoli

Bari – Livorno          2-1    

8′ e 22′ Maestrelli, 25′ Picchi (LI)

Bologna – Sampdoria     2-0    

49′ Taiti, 77′ Cappello

Genoa – Vicenza         2-0    

44′ Bergamo, 59′ Dalla Torre

Lazio – Inter           0-1    

24′ Neri

Milan – Brescia         2-1    

14′ Gimona, 15′ Rebuzzi II (BS), 63′ Gimona

Napoli – Juventus       3-3    

10′ Santamaria (NA), 47′ Candiani, 61′ Vycpalek, 64′ Busani (NA), 65′ Di Benedetti (NA), 68′ Candiani rig.

Torino – Roma           4-0    

12′ Mazzola, 52′ e 65′ Gabetto, 88′ Ferraris II

Triestina – Fiorentina  1-1    

41′ Mlacher (TS), 84′ Bollano

Venezia – Modena        2-1    

16′ Romani (MO), 22′ e 40′ Ottino

 CLASSIFICA:

Torino 39; Milan 35; Modena 34; Juventus 33; Bari 29; Bologna e Napoli 27; Genoa 25; Livorno e Sampdoria 24; Alessandria, Atalanta e Vicenza 23; Inter e Roma 22; Fiorentina e Venezia 20; Lazio 19; Brescia 17; Triestina 14.
 Il Torino riprende a macinare gli avversari: ora tocca alla Roma uscire dal Filadelphia con quattro reti sul groppone. Dietro, ma a quattro punti, resiste il Milan che sta inanellando una buona serie di vittorie. A due minuti dal termine Candiani evita alla Juventus la quinta sconfitta consecutiva sul campo
del Napoli dove il solito Di benedetti non perde occasione per colpire la “vecchia signora”. In coda la situazione si fa molto pericolosa per la Lazio.
26a GIORNATA: domenica 30 marzo 1947

       

 Bari – Juventus         0-1    

38′ Korostelev

Brescia – Roma          3-0    

35′ Paolini, 58′ e 68′ Penzo

Fiorentina – Venezia    1-1    

18′ Suppi (FI), 58′ Dante

Genoa – Sampdoria       2-3    

31′ D’Alconzo, 40′ Bassetto, 59′ aut. Piacentini (GE), 66′ Bassetto, 89′ Dalla Torre (GE)

Lazio – Livorno         3-0    

31′ Ispiro, 63′ Flamini, 84′ Lombardini

Milan – Atalanta        0-0

Modena – Bologna        1-0    

68′ Cassani

Torino – Inter          5-2    

1′ Grezar, 14′ e 19′ Neri (IN), 30′ Mazzola, 31′ Menti II, 55′ Gabetto, 57′ Mazzola

Triestina – Napoli      3-0    

9′ Zanolla, 46′ e 52′ Rossetti

Vicenza – Alessandria   4-2    

6′ Conti II, 32′ Sperotto, 39′ Lushta (AL), 51′ Conti II rig., 58′ Coscia (AL), 83′ Sperotto

 CLASSIFICA:

Torino 41; Milan e Modena 36; Juventus 35; Bari 29; Bologna e Napoli 27; Sampdoria 26; Genoa e Vicenza 25; Atalanta e Livorno 24; Alessandria 23; Inter e Roma 22; Fiorentina, Lazio e Venezia 21; Brescia 19; Triestina 16.
Anche l’Inter è costretta a subire un’autentica batosta sul campo del Torino, sebbene per un tempo i nerazzurri siano riusciti a tener testa allo squadrone di  Patron Ferruccio Novo.

Il Modena vince il derby emiliano con il Bologna e affianca il Milan al secondo posto, ma  ora i punti di vantaggio dei granata sono gia saliti a 5. I piemontesi stanno dando un colpo mortale al campionato.

Buon momento della Triestina che tra mille difficoltà di carattere ambientale, è riuscita ad ottenere ben cinque punti nelle ultime tre giornate.

Il campionato si ferma nuovamente, non per una gara della nazionale, bensì perché è giunta la domenica di Pasqua. In epoca Fascista nulla si sarebbe fermato per queste festività considerate troppo “borghesi”,, ma ora, in pieno clima “anti-comunista” bisogna ridare centralità alla vita religiosa; pertanto la
“brava gente” non può essere distolta da altri riti nella principale festività Cattolica.

Il comunismo viene combattuto frontalmente, senza se e senza ma dagli ambienti clericali, a tutti i livelli. Quello che ancora ci si chiede è dove fossero gli stessi rappresentanti quando fascisti e soprattutto nazisti stavano sterminando un’intero popolo. Tutto ciò che abbiamo, per poter farci un’idea, è un discorso criptico di Papa Pacelli del 1942 dove dice e non dice, ma ora, il concetto è estremamente chiaro!
27a GIORNATA: domenica 6 aprile 1947       

 Alessandria-Fiorentina  1-1    

1′ Della Rosa, 77′ Rava (AL) rig.

Atalanta – Bari         3-0    

39′ e 66′ Kincses, 84′ Salvi

Bologna – Torino        1-1    

4′ Valcareggi (BO), 63′ Loik

Inter – Vicenza         1-2    

49′ aut. Gariboldi, 79′ Quaresima, 81′ Campatelli (IN)

Juventus – Genoa        2-1    

26′ Trevisan (GE), 36′ e 38′ Korostelev

Livorno – Brescia       2-2    

2′ Raccis (LI), 38′ Penzo, 44′ Paolini, 46′ Stua (LI)

Roma – Milan            1-1    

1′ Losi (RM), 89′ Clocchiatti

Sampdoria – Lazio       1-1    

42′ Lombardini, 65′ Baldini (SA)

Triestina – Modena      0-1    

44′ Cassani

Venezia – Napoli        0-1    

39′ Santamaria

 CLASSIFICA:

Torino 42; Modena 38; Juventus e Milan 37; Bari e Napoli 29; Bologna 28; Sampdoria e Vicenza 27; Atalanta 26; Genoa e Livorno 25; Alessandria 24; Roma 23; Fiorentina, Inter e Lazio 22; Venezia 21; Brescia 20; Triestina 16.
 Ferruccio Valcareggi illude il suo Bologna di poter trascorrere una domenica storica sconfiggendo il grande Torino, ma Ezio Loik rimette le cose a posto. Tuttavia dietro nessuno approfitta del mezzo passo falso della capolista, tranne il Modena che passa a Trieste con il solito gol di scarto. La Juventus
è in netta ripresa: in questo periodo si sta mettendo il luce il centrocampista cecoslovacco Korostelev, trascinatore dei bianconeri nella vittoria sul difficilissimo campo di Bari.
28a GIORNATA: domenica 13 aprile 1947       

 Atalanta – Napoli       2-1    

20′ Kincses, 35′ Santamaria (NA), 87′ Citterio

Brescia – Torino        0-1    

15′ Loik

Inter – Triestina       5-2    

3′ Zapirain, 16′ Campatelli, 44′ Meazza, 56′ Rossetti (TS), 61′ Zapirain, 76′ Muci, 79′ Blason (TS)

Juventus – Roma         4-0    

2′ Korostelev, 9′  e 51′ Candiani rig., 67′ Vycpalek

Lazio – Bologna         3-1    

31′ Gualtieri, 53′ Puccinelli, 73′ Koenig, 89′ Arcari IV (BO)

Livorno – Milan         2-2    

9′ Raccis (LI), 57′ Piana (LI), 72′ Puricelli, 90′ Carapellese

Modena – Genoa          2-1    

44′ Brighenti, 50′ Cattani (GE) rig., 85′ Zecca

Sampdoria – Alessandria 1-1    

33′ Fiorini (SA), 41′ Lushta

Venezia – Bari          1-2    

40′ Orlando, 54′ Pellicari, 72′ Renosto II (VE)

Vicenza – Fiorentina    1-0    

14′ Conti II

 CLASSIFICA:

Torino 44; Modena 40; Juventus 39; Milan 38; Bari 31; Napoli e Vicenza 29; Atalanta, Bologna e Sampdoria 28; Livorno 26; Alessandria e Genoa 25; Inter e Lazio 24; Roma 23; Fiorentina 22; Venezia 21; Brescia 20; Triestina 16.
Vincono tutte le squadre di testa tranne il Milan, che recupera un altro punto all’ultimo minuto sul campo del Livorno. In coda, dopo l’ennesima sconfitta, si fa difficile la situazione della Fiorentina. La partenza di Romeo Menti si è fatta sentire più del dovuto.
29a GIORNATA: domenica 20 aprile 1947       

 Alessandria – Venezia   1-1    

12′ Pernigo, 41′ Lushta (AL)

Bari – Sampdoria        2-1    

74′ Spadavecchia, 78′ Fiorini (SA), 83′ Tavellin

Bologna – Livorno       1-0    

36′ Biavati

Fiorentina – Brescia    3-1    

14′ Badiali, 17′ Bertoni I (BS), 67′ Eliani, 84′ Bollano

Genoa – Atalanta        2-2    

4′ Trevisan (GE), 9′ Dalla Torre (GE), 53′ Cergoli, 84′ Kincses

Milan – Modena          1-1    

20′ Cassani, 40′ Puricelli (MI)

Napoli – Lazio          0-0

Roma – Inter            2-1    

49′ Amadei, 68′ Ferrari, 78′ Muci (IN)

Torino – Vicenza        6-0    

24′ Loik, 29′, 30′ e 31′ Mazzola, 57′ Ferraris II, 64′ Gabetto

Triestina – Juventus    1-5    

7′ e 17′ Astorri, 23′ Bergamasco (TS), 42′ Korostelev, 64′ Vycpalek, 75′ Piola

 CLASSIFICA:

Torino 46; Juventus e Modena 41; Milan 39; Bari 33; Bologna e Napoli 30; Atalanta e Vicenza 29; Sampdoria 28; Alessandria, Genoa e Livorno 26; Lazio e Roma 25; Fiorentina e Inter 24; Venezia 22; Brescia 20; Triestina 16.
Il Torino scambia il match con il Vicenza per un set di tennis da concludere possibilmente a zero. Mattatore di giornata è Valentino Mazzola autore di tre gol in tre minuti. Queste sono imprese riuscite finora solo al grande Meazza, di cui Mazzola sta prendendo l’eredità come figura carismatica anche
della nazionale. Infatti la domenica successiva a Firenze la squadra azzurra incontra la svizzera in amichevole.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwitterlinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.