CENT'ANNI DI STORIA D'ITALIA RACCONTATI DAL CALCIO

CAMPIONATO ITALIANO DI CALCIO 1959-60: IL GIRONE DI RITORNO DALLA 18a ALLA 22a GIORNATA

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather
Coppi e Buscaglione rimarrano per sempre nel ricordo di milioni d’italiani, comprese le centinaia di migliaia di spettatori che, ogni domenica, assiepano le gradinate degli stadi di ogni ategoria.
18a GIORNATA: domenica 7 febbraio 1960

Atalanta – Sampdoria 0-0

Fiorentina – Udinese 2-1

16′ e 21′ Petris, 58′ Milan (UD)

Genoa – Roma 1-0

57′ Leoni

L.R. Vicenza – Juventus 1-2

>

50′ Charles, 60′ Sivori, 65′ Bonafin (L.)

Lazio – Bologna 1-3

17′ Cervellati, 50′ aut. Mialich (LA), 62′ e 70′ Renna

Milan – Alessandria 3-1

15′ aut. Pedroni, 25′ Galli, 61′ Altafini, 85′ Rivera (AL)

Padova – Inter 3-0

25′ Brighenti, 30′ Perani, 79′ Brighenti rig.

Palermo – Bari 1-1

24′ Erba, 64′ Arce (PA)

Spal – Napoli 2-2

22′ Del Vecchio, 37′ Morbello (SP) rig., 50′ Vinicio, 55′ Morbello (SP)

rig.
CLASSIFICA:

Juventus 30; Milan 26; Fiorentina 24; Inter 23; Spal 22; Padova 21; Bologna 19; Atalanta e Roma 17; L.R. Vicenza e Lazio 16; Sampdoria e Udinese 15; Napoli 14; Bari e Palermo 13; Alessandria 12; Genoa 11.
La notizia di giornata arriva da Padova dove L’Inter sprofonda sotto i colpi della banda di Nereo Rocco che ha trovato in Sergio Brighenti, ex nerazzurro, il grimaldello ideale per scardinare le difese avversarie. I milanesi sprofondano a -7 da una Juventus che continua a vincere. Sorridono i cugini che battono l’Alessandria e si coccolano il loro gioiellino che a cinque minuti dal termine, indossando la maglia grigia, realizza un gran gol.

In coda risorge il Genoa che, battendo la Roma, si riporta in piena corsa.
19a GIORNATA: domenica 14 febbraio 1960

Alessandria – Bari 2-0

39′ Regeni, 59′ Tacchi

Bologna – Genoa 3-1

42′ e 46′ Pascutti, 80′ Renna, 87′ Leoni (GE)

Inter – Atalanta 2-0

17′ Firmani, 22′ Angelillo

L.R. Vicenza – Spal 3-1

2′ Cappellaro, 55′ Bonafin, 60′ Massei (SP), 85′ Cappellaro rig.

Napoli – Fiorentina 0-4

9′ Azzali, 34′, 63′ e 70′ Hamrin

Roma – Milan 2-2

9′ Danova, 32′ David (RM), 43′ Altafini, 53′ Orlando (RM)

Sampdoria – Palermo 0-0

Udinese – Lazio 1-0

40′ Bettini

CLASSIFICA:

Juventus 30; Milan 27; Fiorentina 26; Inter 25; Spal 22; Bologna e Padova 21; L.R. Vicenza e Roma 18; Atalanta e Udinese 17; Lazio e Sampdoria 16; Alessandria, Napoli e Palermo 14; Bari 13; Genoa 11.

La Juventus, costretta a rinviare il proprio incontro col Padova, rimane a guardare: il Milan bloccato a Roma, l’Inter che risorge,la Fiorentina che va a strapazzare il Napoli e la Spal che interrompe la sua grande ascesa sul campo del Lanerossi Vicenza.

In settimana si aprono i giochi invernali dedicati ad Olimpia organizzati in Calyfornia. Si tratta di un gustoso antipasto in vista di quelli estivi previsti a Roma.
20a GIORNATA: domenica 21 febbraio 1960

Atalanta – Alessandria 5-1

25′ Marchesi rig., 46′ Maschio, 57′ Oldani (AL), 77′ Zavaglio, 87′ Marchesi rig., 89′ Maschio rig.

Bari – Sampdoria 1-1

44′ Cucchiaroni, 59′ Tagnin (BA)

Fiorentina – Bologna 2-1

4′ Hamrin rig., 53′ Pivatelli (BO), 79′ Lojacono

Genoa – Napoli 0-0

Lazio – Inter 0-2

34′ Lindskog, 83′ Angelillo

Milan – L.R. Vicenza 2-0

10′ Bean, 70′ Grillo

Padova – Udinese 6-1

21′ Tortul, 38′ Perani, 56′ Brighenti rig., 60′ Perani, 70′ Brighenti, 80′ Bettini (UD), 87′ Rosa

Palermo – Roma 4-2

2′ Selmosson (RM), 28′ Arce rig., 34′ Bernini, 70′ Vernazza rig., 88′ Zaglio (RM) rig., 89′ Bernini

Spal – Juventus 3-6

2′ Charles, 14′ Rossi (SP), 19′ Sivori, 26′ Leoncini, 48′ Charles, 57′ Rossi (SP), 65′ Charles, 72′ Sivori, 87′ Massei (SP)

CLASSIFICA:

Juventus 32; Milan 29; Fiorentina 28; Inter 27; Padova 23; Spal 22; Bologna 21; Atalanta 19; L.R. Vicenza e Roma 18; Sampdoria e Udinese 17; Lazio e Palermo 16; Napoli 15; Alessandria e Bari 14; Genoa 12.

L’Italia non canta più, ma urla sulle note di Tony Dallara che, con la sua Romantica, ha vinto il festival del 1960. Ma in questa domenica urlano ancora di più i tifosi bianconeri nel vedere i loro idoli gonfiare per ben sei volte la rete della Spal, compagine che sicuramente ha dato qualche grattacapo in settimana a Parola, dato il cammino sostenuto finora. I romagnoli, però, sono in flessione e il loro posto, a questo punto viene preso dal Padova che si è divertito a seppellire l’Udinese con un tennistico 6-1 che costringe i friulani a soffrire fino al termine della stagione per rimanere nella massima divisione.

Crolla anche la Roma a Palermo, mentre il Napoli, sul campo del Genoa conquista un punto fondamentale per la salvezza.

In settimana Padova e Juventus, reduci da cotante vittorie, si incontrano. Se gli uomini di Parola superano anche questo ostacolo mettono una seria ipoteca sulla conquista del titolo.
RECUPERO 19a GIORNATA: mercoledì 24 febbraio 1960

Juventus – Padova 5-1

11′ Leoncini, 35′ Charles, 66′ rig. e 73′ Sivori, 75′ Tortul (PD) rig., 81′ Sivori
Ora le avversarie sono avvertite: con questa Juventus e soprattutto con questo Sivori non c’è nulla da fare! La vittoria contro il Padova poteva essere pronosticata, ma un trionfo simile era difficilmente prevedibile soprattutto alla luce di quanto stanno facendo gli uomini in maglia bianco-scudata.
21a GIORNATA: domenica 28 febbraio 1960

Bologna – Alessandria 2-1

51′ Pivatelli, 56′ Oldani (AL), 90′ Demarco

Genoa – Bari 1-0
32′ Barison

Inter – Sampdoria 0-0

Juventus – Atalanta 0-1

5′ Zavaglio

L.R. Vicenza – Lazio 3-2

10′ Fusato, 24′ Prini (LA), 70′ Rozzoni (LA), 72′ 0 e 76′ O. Conti

Napoli – Milan 1-1

11′ Vinicio (NA), 63′ Danova

Palermo – Padova 0-0

Roma – Fiorentina 1-2

42′ Selmosson (RM), 61′ e 69′ Hamrin

Udinese – Spal 3-2

18′ Ganzer (SP), 52′ Milan, 62′ e 76′ Pentrelli, 89′ Morbello

(SP) rig.
CLASSIFICA:

Juventus 34; Fiorentina e Milan 30; Inter 28; Padova 24; Bologna 23; Spal 22; Atalanta 21; L.R. Vicenza 20; Udinese 19; Roma e Sampdoria 18; Palermo 17; Lazio e Napoli 16; Alessandria, Bari e Genoa 14.
Pronti e via e Zavaglio, attaccante di buon livello porta in vantaggio l’Atalanta sul campo della Juventus. I bianconeri, reduci dalle abbuffate contro Spal e Padova ci provano a mettere sotto anche questa provinciale, ma questa volta qualche cosa s’inceppa. Il nervosismo aumenta tanto che Sivori e il suo diretto marcatore Roncoli, altro calciatore che non viene ricordato dal grande pubblico, ma che di serie A ne ha fatta tanta, lasciano anzitempo la contesa in quanto espulsi.

La giornata, però, non si rivela negativa del tutto per i piemontesi in quanto il Milan non riesce ad espugnare Napoli e la sola Fiorentina, tra le squadre di testa, ottiene la posta piena accreditandosi come la rivale più in forma nella lotta per lo scudetto.
22a GIORNATA: domenica 6 marzo 1960

Alessandria – Juventus 0-2

24′ Nicolè, 52′ Charles

Atalanta – Napoli 1-0

62′ Olivieri

Bari – Bologna 1-1

59′ Buglioni (BA), 62′ Cervellati

Fiorentina – Inter 2-0

40′ Montuori, 47′ Hamrin

Lazio – Roma 0-1

18′ aut. Janich

Milan – Genoa 2-1

14′ Bean, 29′ Altafini, 73′ Piquè (GE)

Padova – L.R. Vicenza 2-1

27′ Cappellaro (L.), 63′ Rosa, 77′ Celio

Sampdoria – Udinese 3-1

2′ Canella (UD), 36′ Ocwirk, 81′ Cucchiaroni, 82′ Ocwirk rig.

Spal – Palermo 1-0

57′ Morbello rig.

CLASSIFICA:

Juventus 36; Fiorentina e Milan 32; Inter 28; Padova 26; Bologna e Spal 24; Atalanta 23; L.R. Vicenza, Roma e Sampdoria 20; Udinese 19; Palermo 17; Lazio e Napoli 16; Bari 15; Alessandria e Genoa 14.
La Juventus riprende a vincere sul campo dell’Alessandria e mantiene immutato il distacco sul Milan, giustiziere del Genoa e sulla Fiorentina che affossa quasi definitivamente le speranze di primato dell’Inter.

Tornando ad Alessandria preoccupa la situazione della squadra in maglia grigia. Dopo il buon inizio, Pedroni e compagni hanno perso alcune gare che li ha portati sul fondo della graduatoria, posizione dalla quale fanno fatica a riemergere; Juan Carlos Tacchi non incide più come qualche mese prima e Rivera è ancora troppo giovane per caricarsi sulle spalle il peso di una squadra in lotta per la sopravvivenza.
PAGINA SUCCESSIVA PAGINA PRECEDENTE Facebooktwitterlinkedinrssyoutubeby feather

LASCIA UN Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.