24 novembre: BRASILE E PORTOGALLO BUONA LA PRIMA



Le partite del 24 novembre: RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE

GIRONE G, 1a GIORNATA

Brasile – Serbia 2-0

RETI: 62′ e 73′ Richarlison

Svizzera – Camerun 1-0

RETI: 48′ Embolo

CLASSIFICA:

BRASILE E SVIZZERA 3; Camerun e Serbia 0.

GIRONE H: 1a Giornata

Portogallo – Ghana 3-2

RETI: 65′ Ronaldo C. rig., 73′ Ayew (GH), 78′ Joao Felix, 80′ Leao, 89′ Bukari (GH)

Uruguay – Corea del Sud 0-0

CLASSIFICA:

PORTOGALLO 3; COREA DEL SUD e Uruguay 1; Ghana 0.

LE PARTITE DEL 24 NOVEMBRE

Dopo la caduta di Argentina e Germania sale la curiosità nei confronti di Portogallo e Brasile, le grandi protagoniste del programma delle partite del 24 novembre.

LA SVIZZERA RISPONDE PRESENTE!

La quinta giornata mundial si apre con la sfida del girone G tra la Svizzera e il Camerun, due possibili sorprese di questa manifestazione. I rosso-crociati, giustizieri della nazionale azzurra nel girone di qualificazione, non incantano ma portano a casa i primi tre punti del loro mondiale ponendosi in posizione di privilegio per l’accesso alla fase ad eliminazione diretta.

EQUILIBRIO TRA URUGUAY E COREA DEL SUD

Quasi a far da prelibato antipasto all’esordio del Portogallo di Cristiano Ronaldo, Uruguay e Corea del Sud danno vita ad un match intenso e combattutto. Alla vigoria fisica degli asiatici, la “celeste” oppone una grande proprietà di palleggio. Le occasioni non mancano da ambo le parti, ma pali, grandi prodezze dei portieri e un pizzico d’imprecisione lasciano il risultato inchiodato sullo 0 a 0 di partenza. Per entrambe le possibilità di passaggio del turno rimangono immutate: da quanto mostrato possiedono i mezzi per mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Il girone H si preannuncia davvero equilibrato!

CRISTIANO RONALDO DA RECORD E IL PORTOGALLO BALZA AL COMANDO

Alla luce del responso del match appena concluso, per il Portogallo battere il Ghana all’esordio risulterebbe fondamentale. I lusitani sono particolarmente motivati, a partire dal loro capitano, quel Cristiano Ronaldo giunto in Qatar fresco di rescissione di contratto col Manchester United e desideroso di conquistare l’ennesimo record personale della sua immensa carriera calcistica. Per lui e per i suoi il sogno sembra avverarsi verso la mezz’ora del primo tempo quando trafigge la porta africana, ma un fischio antecedente la conclusione decisiva invalida la rete. Il Ghana prende fiducia: passare sembra impresa proibita. Tutto questo fino al ventesimo del secondo tempo quando un intervento maldestro di un difensore africano sullo stesso Ronaldo causa il rigore che CR7 trasforma. L’ex juventino è il primo giocatore ad andare a rete in cinque edizioni di un campionato del mondo di calcio e diventa il secondo giocatore più anziano a gonfiare la rete dopo l’eterno Roger Milla.

Inizia qui una vera girandola d’emozioni: Ayew pareggia per il Ghana, ma cinque minuti più tardi Joao Felix, prossimo alla sostituzione, riporta in vantaggio il Portogallo. Tocca a Rafa Leao, in campo da due minuti, mettere in cassaforte la vittoria. La rete di Bakary ad un minuto dallo scadere del tempo regolare contribuisce solamente a dare maggior pathos ai minuti di recupero. Il Portogallo porta a casa un successo fondamentale, soprattutto in un girone che si preannuncia davvero equilibrato.

SIGNORI: ECCO IL BRASILE!

Se i titoli fanno blasone, il Brasile è certamente la squadra regina di ogni mondiale e, come ogni dama del suo rango, sembra giusto che si faccia aspettare. Partner la Serbia, formazione provvista dei mezzi tecnici necessari per ben figurare in questa serata di gala.

Potrebbe interessarti!


beruby - Ti restituiamo denaro dai tuoi acquisti e prenotazioni in Internet

Dragan Stoykovic, da giocatore tanto bravo quanto sfortunato, prepara a dovere i suoi i quali montano una guardia spietata sulle stelle verde-oro, rendendosi talvolta pericolosi, particolarmente sui calci piazzati, in virtù della stazza fisica di molti suoi giocatori. Il primo tempo, sebbene piacevole, si chiude a reti inviolate. Nella ripresa i vari Vinicius, Neymar, Paqueta re Rafinha aumentano i giri. Il portiere Milinkovic Savic sale in cattedra con interventi di pregevole fattura, ma nulla può sull’incursione di Richarlison, fino a quel momento praticamente nullo. Stoykovic prova a raddrizzare il match (per altro i suoi nonhanno per nulla demeritato) ma finisce per snaturare quel sistema di gioco con cui ha messo comunque in difficoltà il Brasile. Dusan Vlahovic, tra l’altro, non riesce ad incidere e i sudamericani finiscono col prendere in mano le redini della partita. Poi arriva la prodezza di Richarlison, una di quelle da album Panini! A questo punto la Serbia si dissolve, rischia una sconfitta che, se più pesante, non renderebbe giustizia all’ottima gara comunque disputata.L’estremo difensore in forza al Torino dà ancora sfoggio di abilità e il match termina sul 2 a 0: un verdetto che premia la superiorità del Brasile su una pur ottima Serbia.

LA CONCLUSIONE DELLA PRIMA GIORNATA DI GARE

Pur rispettando i pronostici, le partite del 24 novembre hanno evidenziato il grande equilibrio esistente tra tutte le contendenti, naturalmente ad eccezione delle formazioni uscite pesantemente battute dai propri confronti, probabilmente anche per l’effettiva superiorità d’Inghilterra, Francia e Spagna. A queste tre formazioni non possiamo non affiancare il Brasile, capace di dare spettacolo contro una Serbia di tutto rispetto. Per il resto ogni risultato sembra possibile con verdetti che alla vigilia uscivano completamente dagli schemi di un modiale comunque fuori schema!

Infine una considerazione: nel mondiale dei primi millennial, alcuni dei quali già grandi protagonisti, spicca l’alto numero d’ultra trentacinquenni in campo: dal recordman Cristiano Ronaldo ad Olivier Giroud, da Lionel Messi al roccioso difensore uruguayano Godin, dall’eterno Tiago Silva al suo compagno di squadra Dani Alves, l’uomo più titolato al mondo al quale il tecnico Tite ha regalato qualche minuto di gioco alla vigilia dei suoi quarant’anni.

Le carriere dei calciatori si sono notevolmente allungate: dovrebbero ricordarsene certi procuratori che hanno il coraggio dicianciare di presunto mobbing dopo aver fatto firmare contratti da oltre sei milioni di euro all’anno a ragazzi appena diciottenni!

Immagini collegate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.