Le partite del 30 Novembre
GIRONE C E GIRONE DI PASSANO LE MIGLIORI TRANNE LA DANIMARCA!



Le partite del 30 novembre: RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE

GIRONE C, 3a GIORNATA

/p>

Arabia – Saudita – Messico 1-2

RETI: 47′ Martin, 52′ Chavez, 95′ Al Dawsari (AS)

Polonia – Argentina 0-2

RETI: 46′ Mac Allister, 67′ Alvarez

CLASSIFICA:

ARGENTINA 6; POLONIA e Messico 4; Arabia Saudita 3.

GIRONE D: 3a Giornata

Australia – Danimarca 1-0

RETI: 60′ Leckie

Tunisia – Francia 1-0

RETI: 58′ Khazri

CLASSIFICA:

FRANCIA e AUSTRALIA 6; Tunisia 4; Danimarca 1.

LE PARTITE DEL 30 NOVEMBRE

Decisioni arbitrali grottesche ed atteggiamenti di gioco al limite dell’indisponentecostituiscono l’eredità lasciata dalle partite del 30 novembre.

L’IMPRESA INUTILE DELLA TUNISIA E LA FESTA AUSTRALIANA

Il pomeriggio italiano è dedicato ai campioni del mondo in carica, impegnati contro la Tunisia, per la quale pure l’impresa storica potrebbe rivelarsi inutile. Mamma RAI, probabilmente convinta di poter proporre agli appassionati un nuovo festival del goal, snobba il match da dentro e fuori tra Danimarca ed Australia, concentrandosi su Mbappé e compagni!

Il primo tempo si chiude a reti inviolate su entrambi i terreni di gioco, circostanza che, oltre alla Francia già certa di qualificazione e primato nel raggruppamento, arride all’Australia. Un brivido corre lungo la schiena degli oceanici quando il tunisino di origine corsa Khazri trafigge l’estremo difensore francese, portando in vantaggio i suoi. Alla luce della debacle subita nella partita d’esordio, ora gli Australiani sarebbero eliminati per la peggior differenza reti. Tempo due minuti, però e Leckie rimette le cose a posto per i suoi sbloccando il match contro la Danimarca, con gli scandinavi ormai sull’aereo di un mesto rientro anticipato in patria.

A questo punto la Tunisia difende con i denti il risultato contro una Francia comunque svagata, in attesa di buone nuove dalla partita in contemporanea. Invece, tre minuti prima del fischio finale del match, terminano le fatiche tra Australia e Danimarca col successo degli Wollobies. La notizia giunge agli africani che in un momento di distrazione subiscono il pari di Griezman.

Qui accade qualcosa d’inspiegabile! Il direttore di gara, prima fischia la fine, poi va al VAR per valutare un fuorigioco di partenza, per altro chiaramente passivo, dello stesso Griezman. A partita dichiarata finita annulla la rete, valutando involontaria la deviazione del difensore tunisino che avrebbe rimesso in gioco “le Petit Diable”. A questo punto è costretto a far schierare nuovamente le due formazioni riprendendo una partita dichiarata chiusa. Alla fine alla Tunisia rimane solamente la soddisfazione di aver sconfitto la Francia, ma passa l’Australia pur con una differenza reti negativa.

ARGENTINA E POLONIA FESTEGGIANO ASSIEME; RABBIA MESSICO

Questa volta RAI UNO manda in diretta lo scontro decisivo. Per passare l’Argentina deve battere a tutti i costi la Lewandowski e soci. Pur perdendo, però, i polacchi possono contare su una buona differenza reti nel caso in cui giungano a parimerito con Arabia e Messico. Avendo a disposizione due risultati e mezzo su tre per passare, gli eredi di Lato e Zmuda possono condurre un match in controllo.

Potrebbe interessarti!


beruby - Ti restituiamo denaro dai tuoi acquisti e prenotazioni in Internet

Il successo contro il Messico sembra aver rigenerato l’Argentina! Già nel primo tempo l’albiceleste si rende pericolosa, conquistando anche un calcio di rigore, assai dubbio per altro! Leo Messi, naturalmente, si presenta sul dischetto mapure llui è vittima di Szczesny! Il portiere polacco gli neutralizza il tiro, aggiungendo pure lo scalpo della “pulce” alla sua lunghissima collezione.

L’Argentina non si perde d’animo, mentre la Polonia prosegue nella propria partita in assoluto controllo, confortata dalle notizie provenienti dal terreno di gioco dove Messico ed Arabia Saudita sono pure inchiodate sullo 0 a 0.

Tutto immutato all’intervallo, quindi! L’inizio della ripresa porta i fuochi d’artificio. Non sono buone notizie per la Polonia, apparentemente! Passa in vantaggio il Messico e subito dopo Mac Allister lancia l’Argentina al comando. A stretto giro d’orologio arriva anche il raddoppio dei centro-americani! A Questo punto in casa polacca si fanno i conti: c’è ancora un gol di vantaggio di differenza reti! Difesa ad oltransa, pure quando il giovane Julian Alvarez realizza il gran goal che porta raddoppio e sicurezza alla sua Argentina. OOra punti, differenza reti, scontro diretto sono e goal realizzati sonoperfettamente pari tra Polonia e Messico. I polacchi, però, sono in vantaggio per quanto riguarda le ammonizioni subite! L’ordine dalla panchina è perentorio: “niente interventi duri!” L’inutile prodezza di Al Dousari nei minuti di recupero certifica il passaggio del turno dell’Argentina prima e rinata e della Polonia, agli ottavi praticamente senza aver giocato la gara decisiva!

SI PROFILANO DUE FINALI ANTICIPATE

Con le partite del 30 novembre si completa la parte alta del tabellone ad eliminazione diretta. Alla fine le quattro teste di serie hanno chiuso laddove ci si aspettava: al comando. Troppa ci pare la differenza con le seconde! L’Olanda affronta gli Stati Uniti, decisamente inferiori. Certamente più affascinante si presenta la partita tra Inghilterra e Senegal, col rammarico dell’assenza tra gli africani della stella Mané che ne avrebbe fatto un match di tutto rilievo. L’Argentina, sempre più in forma, troverà l’Australia, seconda, ma pesantemente battuta nell’unica partita disputata contro una squadra di rango.

Sulla carta la partita tra Francia e Polonia è certamente quella più equilibrata. Da quanto visto finora, però, i polacchi sono privi di gioco, abbarbicati alle invenzioni dei loro top players, Lewandowski su tutti, chiamati a risolvere la situazione partendo decisamente dal nulla. Decisamente troppo poco, a nostro parere, per impensierire la corazzata dei Bleu!

Per quanto constatato, a partire dai quarti di finale possiamo prevedere due finali anticipate con Olanda-Argentina e Francia-Inghilterra. In questo caso ogni pronostico diventa verosimile!

Immagini collegate: