Le partite del 29 novembre
OLANDA E INGHILTERRA AVANTI CON SENEGAL E USA; EQUADOR ED IRAN PIANGONO!



Le partite del 29 novembre: RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE

GIRONE A, 3a GIORNATA

/p>

Equador – Senegal 1-2

RETI: 44′ Sarr rig., 67′ Caicedo (EQ), 70′ Koulibaly

Olanda – Qatar 2-0

RETI: 26′ Gakpo, 49′ De Jong

CLASSIFICA:

OLANDA 7; SENEGAL 6; Equador 4; Qatar 0.

GIRONE B: 3a Giornata

Galles – Inghilterra 0-3

RETI: 50′ Rashford, 52′ Foden, 68′ Rashford

Iran – Stati Uniti 0-1

RETI: 38′ Pulisic

CLASSIFICA:

INGHILTERRA 7; STATI UNITI 5; Iran 3; Galles 1.

LE PARTITE DEL 29 NOVEMBRE

Le partite del 29 novembre non sono altro che la prima di quattro giornate decisive per la composizione del tabellone degli ottavi di finale di questo campionato del mondo di calcio. Inspiegabilmente RAI UNO, la rete ammiraglia del servizio nazionale televisivo italiano, decide di mandare in diretta il match tra l’Olanda e i padroni di casa del Qatar, al passo d’addio dalla manifestazione, tralasciando lo spareggio tra Senegal ed Equador.

OLANDA SENZA STRAFARE, SENEGAL IN FESTA!

Quando il giovane olandese Gakpo porta in vantaggio i suoi, realizzando la terza rete consecutiva che lo erge a grande sorpresa della manifestazione, il destino del gruppo A sembra del tutto segnato. Gli Orange possono controllare una partita divenuta agevole, mentre Senegal si contendono il passaggio del turno palla su palla.

Gli africani chiudono in vantaggio la prima frazione di gara, ma Cailcedo, al minuto 22 della ripresa infila il goal che per quattro minuti qualifica i sudamericani. Assente Mané, la stella della formazione senegalese è Kalidou Koulibali. L’ex difensore del Napoli non smentisce la fama e trova il punto che manda avanti i suoi. Vani risultano i tentativi equadoregni di riacciuffare la qualificazione, mentre l’olandese De Yong, l’elemento più atteso tra i giocatori in maglia arancione, regala la rete della certezza della vittoria e del primo posto in graduatoria.

!

Due partite ad alta tensione chiudono il girone B. Abbiamo già accennato alle tensioni extra-calcio tra Iran e Stati Uniti, due Stati da troppi decenni in grande tensione tra di loro, con l’aggravante dei gravi disordini sociali che stanno sconquassando la nazione asiatica a guida islamica. Contemporaneamente si gioca un derby britannico con entrambe le contendenti ancora in corsa per un posto negli ottavi di finale. Il Galles, tuttavia, deve vincere con almeno tre reti di scarto per riuscire a sopravanzare gli inglesi, comunque favoriti per chiudere in vetta il girone.

Potrebbe interessarti!


beruby - Ti restituiamo denaro dai tuoi acquisti e prenotazioni in Internet

Le due partite procedono in perfetto equilibrio, per la felicità di Inghilterra, prima, ed Iran. I “leoni” e gli asiatici tuttavia non riescono ad incidere e il giocatore del Chelsea Pulisic rompe gli equilibri prima dello scadere del primo tempo. All’intervallo Inghilterra ed USA sono appaiate in vetta.

Da un lato si attende la reazione iraniana, mentre dall’altro tutti aspettano qualcosa dall’Inghilterra che vede insidiata la testa della classifica, che comporterebbe il dover disputare la prima partita ad eliminazione diretta contro l’Olanda, non esattamente una passeggiata! A questo punto salgono in cattedra le stelle in maglia bianca. Rashford sblocca il risultato,subito imitato da Foden. È un uno-due micidiale che permette ai ragazzi di Soultgate di chiudere la partita in “carrozza”, soprattutto quando Rashford mette a segno la doppietta che, tra l’altro, gli regala il primo posto in coabitazione della classifica marcatori, in attesa di eventuali numeri del folletto Mbappé.

Sull’altro fronte l’Iran appare troppo contratto e svuotato d’energie per riuscire a sovvertire le sorti del match. Gli USA conducono in porto una vittoria con la quale entrano tra le sedici grandi del mondo. Affronteranno l’Olanda, non un’avversaria semplice,ma in novanta minuti ad eliminazione diretta tutto può accadere! Lo stesso vale anche per il match che l’Inghilterra sosterrà contro il Senegal! Gli africani dispongono comunque di calciatori di alto livello in grado di mettere in difficoltà i numerosi talenti a disposizione dei vice campioni d’Europa.

CHE IL TAPPETO VOLANTE RIMANGA A TERRA, PER CARITÀ!

È un mondiale nel cuore del mondo arabo, un mondo a volte fiabesco, fatto di maghi, geni della lampada e tappeti volanti. Come si sa, molto spesso sotto al tappeto si nasconde la polvere! Finora la grandeur dell’organizzazione è riuscita a nasconderla per benino questa polvere! Per altro alcune indiscrezioni su persone caciate dagli impianti di gioco per braccialetti sconvenienti, spie di regime che controllano con cannocchiali e minacce ai familiari di alcuni calciatori invitano a sperare (almeno per chi ha voluto il mondiale in Qatar) che quel tappeto non si alzi per davvero!

Immagini collegate: