Le partite del 2 dicembre
BRASILE E PORTOGALLO SCONFITTE MA COMUNQUE PRIME!



Le partite del 2 dicembre: RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICHE

GIRONE G, 3a GIORNATA

/p>

Brasile – Camerun 1-0

RETI: 90+2′ Aboubakar

Serbia – Svizzera 2-3

RETI: 20′ Shaqiri, 26′ Mitrovic (SE), 35′ Vlahovic (SE), 44′ Embolo, 48′ Freuler

CLASSIFICA:

BRASILE e SVIZZERA 6; Camerun 4; Serbia 1.

GIRONE H: 3a Giornata

Corea del Sud – Portogallo 2-1

RETI: 5′ Ricardo Horta (PO), 27′ Kim Young-Gwon, 90′ Hwang Hee-Chan

Ghana – Uruguay 0-2

RETI: 26′ e 32′ de Arrascaeta

CLASSIFICA:

PORTOGALLO 6; COREA DEL SUD e Uruguay 4; Ghana 3.

LE PARTITE DEL 2 DICEMBRE

Cadono Portogallo e Brasile, scese in campo con formazioni largamente riviste essendo già qualificate. Se la sconfitta dei verde-oro non causa particolari stravolgimenti, quella di Cristiano Ronaldo e soci comporta l’ennesima grande sorpresa di questo mondiale.

COREA DEL SUD ALL’ULTIMO RESPIRO: URUGUAY BEFFATO

Sembra funzionare l’operazione turn over del Portogallo in vantaggio dopo soli 5 minuti. Per i lusitani si profila una degna conclusione di questa prima fase che li vede tra i pochi ancora a punteggio pieno.Festeggia anche l’Uruguay che, scampato il pericolo di un calcio di rigore fallito dalla formazione ghanese, si porta in doppio vantaggio prima dell’intervallo.

A questo punto tutto è nelle mani della Corea del Sud, la quale ha comunque raggiunto il pari un minuto dopo il vantaggio uruguagio I sudamericani vedono avvicinarsi il traguardo, ma allo scadere del novantesimo regolare accade l’imprevisto. La Corea passa in vantaggio,interrompe la striscia di successi del Portogallo, comunque primo,agganciando la “celeste” a quattro punti. Agli ottavi accedono gli asiatici; entrambe le formazioni hanno la medesima differenza reti ma i coreani hanno segnato due goal in più. L’imprecisione e la sfortuna hanno fatto la differenza per la squadra allenata da Alonso, per la quale l’erroredi VAR ed arbitro nell’assegnare il rigore del 2 a 0 col Portogallo ha finito per rivelarsi decisivo.

LA SVIZZERA FESTEGGIA, CAMERUN IMPRESA INUTILE

La sfida del girone G tra Serbia e Svizzera rappresenta probabilmente il piatto forte del programma delle partite del 2 dicembre, con i ragazzi di Stoykovic chiamati alla vittoria per garantirsi il passaggio del turno, a patto che il Camerun non batta il Brasile.

Potrebbe interessarti!


beruby - Ti restituiamo denaro dai tuoi acquisti e prenotazioni in Internet

MenData la certezza matematica del passaggio del turno e l’ampia differenza reti positiva, il tecnico Tite decide di dar spazio ai giocatori meno impiegati nei match precedenti. La qualità in campo è comunque alta, ma il Camerun resiste. Nel frattempo Serbia e Svizzera danno vita ad un primo tempo pregno di emozioni.

Gli elvetici, giustizieri della nazionale di Roberto Mancini nel girone eliminatorio, passano in vantaggio grazie all’ex interista Shakiri. Pareggia la Serbia con Mitrovic, subito imitato dallo juventino Dusan Vlahovic. Prima dell’intervallo, però, Embolo riporta i suoi in parita. L’atalantino Freuler, dopo tre minuti della ripresa, mette praticamente in ghiaccio la qualificazione svizzera insaccando il goal del 3 a 2. A tempo scaduto arriva pure la prodezza del camerunense Aboubakar, abile a concludere di testa una stupenda trama condotta a mille all’ora. A questo punto i “leoni d’Africa” sperano nel pareggio serbo, che però non arriva.

Nonostante la sconfitta il Brasile è primo in virtù della miglior differenza goal sulla Svizzera.

PROVIAMO A FAR LE CARTE AL MONDIALE

Non c’è che dire: il tabellone degli ottavi sembra ll’applicazione al calcio del “manuale Cencelli”: tuti dentro, tutti rappresentati!

Al di là delle battute, balza certamente all’occhio il fatto che nessuna squadra abbia concluso la prima fase a punteggio pieno, segno che tutte le squadre, ad eccezione del Marocco, hanno accusato cali di rendimento e di tensione. La competizione ne ha certamente guadagnato sul piano delle emozioni, ma è risultata certamente impoverita sotto l’aspetto tecnico.

Ciò premesso, proviamo a fare le carte al mondiale, alla luce del tabellone.

La parte alta è quella più eterogenea con due formazioni europee, due sud’americane, due asiatiche, una della CONCA CAF e una rappresentate dell’Oceania. Qui potrebbe profilarsi una semifinale tra Argentina e Brasile, sebbene le insidie lungo la strada dei due colossi del sud del mondo siano davvero tante.

Al contrario la parte bassa del tabellone è praticamente monopolizzata dalle formazioni europee, con la sola presenza delle due formazioni africane, chiamate ad affrontare rispettivamente Inghilterra e Spagna. A meno di stravolgimenti, quindi, una delle due finaliste dovrebbe provenire dall’UEFA.

Per visualizzare al meglio quanto descritto, riportiamo qui il tabellone, non in ordine cronologico, ma secondo gli accoppiamenti previsti.

IL TABELLONE AD ELIMINAZIONE DIRETTA

PARTE ALTA
  • Olanda – Stati Uniti
  • Argentina – Australia
  • Giappone – Croazia
  • Brasile – Corea del Sud
  • PARTE BASSA
  • Inghilterra – Senegal
  • Francia – Polonia
  • Marocco – Spagna
  • Portogallo – Svizzera
  • Immagini collegate: