La 13a Giornata 2022-23:
NAPOLI INARRESTABILE MENTRE CROLLANO ROMA EED INTER!

Archiviata la fase a gironi delle coppe europee con Napoli, Inter e Milan qualificate agli ottavi di finale di Champions League, la serie A vive la 13a giornata 2022-23. Si tratta di un’altra tappa forzata di avvicinamento all’assurdo mondiale organizzato in Qatar, al quale dedicheremo l’attenzione necessaria.

Spalmata in tre giorni e alla vigilia di un nuovo turno infrasettimanale, la giornata decreta:

  • la fuga del Napoli corsaro a Bergamo contro una diretta concorrente;
  • la capacità di reazione del Milan, vincente non senza difficoltà contro lo Spezia;
  • la rinascita di Lazio e Juventus, abili nel ridimensionare le ambizioni rispettivamente di Roma ed Inter.
  • Dietro fanno enormi passi in avanti Bologna e Fiorentina, mentre Sampdoria e Verona devono necessariamente riprogrammare la stagione. Per loro l’imminente pausa invernale potrebbe costituire un’opportunità irripetibile per rientrare in corsa.



    13a Giornata 2022-23: LE PARTITE DI VENERDÌ E SABATO

    Celebrato l’approdo del Milan agli ottavi di finale di Champions League grazie al netto successo per 4 a 0 contro il Salisburgo e salutato il rientro di Federico Chiesa nella gara della Juventus contro il Paris Saint Germain, la serie A riprende la sua folle corsa. Nell’anticipo del venerdì sera l’Udinese si dimostra incapace di superare il Lecce tra le mura amiche. I bianconeri friulani appaiono in netta flessione, pur rimanendo una formazione assai dura da battere.

    La 13a giornata 2022-23 prosegue sabato con la partita di Empoli, prelibato antipasto al big-match scudetto di Bergamo tra Atalanta e Napoli, che potrebbe rimescolare le carte nella lotta al primato. Al Castellani i padroni di casa conquistano una preziosa vittoria in chiave salvezza che lascia la formazione emiliana intruppata a centro classifica.

    IL NAPOLI VOLA E IL MILA RISPONDE

    >

    Prima dell’ora di cena, invece, il Napoli va a vincere in rimonta sul campo dell’Atalanta seconda in graduatoria. Per i campani si tratta della quarta vittoria esterna sul terreno di una diretta concorrente. I ragazzi allenati da Luciano Spalletti mostrano di saper soffrire e, ciò che sembra far la differenza rispetto alle passate stagioni, trovano contributi fondamentali anche da quelle che vengono considerate seconde linee. Morale della favola: mal che vada avranno sei punti di vantaggio garantiti, che potrebbero diventare 8 qualora il Milan non batta lo Spezia nel match di sabato sera.

    A San Siro c’è il pubblico delle grandi occasioni per la partita dei campioni d’Italia in carica contro la formazione ligure. Il ricordo del rocambolesco finale della stagione 2021-22 è ancora vivo e va esorcizzato. Nel primo tempo gli uomini di Stefano Pioli creano, divertono, rischiano anche, ma chiudono in vantaggio di un solo goal. La rete è pareggiata nella ripresa da una prodezza di Daniel Maldini: proprio lui, il figlio di Paolo e il nipote di Cesare. Il Milan reagisce, si vede annullare una prodezza balistica di Sandro Tonali ma alla fine passa grazie ad una perla di Olivier Giroud, in stato di grazia assoluta, che lancia i suoi in seconda posizione evitando di far scappare ulteriormente il Napoli.

    La 13a giornata 2022-23: LE PARTITE DELLA DOMENICA

    All’ora di pranzo della prima domenica di novembre Bologna e Torino si sfidano per rafforzare la loro posizione di centro-classifica. I granata, reduci dal bel successo contro il Milan, devono tuttavia cedere il passo ai rosso-blu emiliani, alla loro terza vittoria consecutiva, con la quale, al momento, si allontanano dalla zona salvezza, dove sono invischiate testa e collo Sampdoria e Verona.

    SAMP E VERONA IN CADUTA LIBERA

    Entrambe le formazioni sono impegnate nelle partite del pomeriggio rispettivamente: in casa contro la Fiorentina e sul terreno del Monza. Per entrambe il verdetto è il medesimo: una sconfitta per 2 a 0 che le lascia al penultimo e all’ultimo posto. La Cremonese, infatti, strappa un pareggio sul campo della Salernitana, formazione che, tra alti e bassi, sta mantenendo una comoda posizione di centro-classifica. Samp e Verona, invece sembrano due formazioni in caduta libera, votate ad un triste destino, a meno di non riuscire a riprogrammare la stagione durante la lunghissima pausa mondiale. Sconcerta particolarmente il campionato degli scaligeri, autentica macchina da goal nello scorso campionato, ora agnello sacrificale un po’ per tutti. I giallo-blu non riescono a tenere i novanta ed oltre minuti di un match, prova sono i numerosi goal incassati nella ripresa, frutto probabilmente di una preparazione approssimativa dovuta anche alla politica societaria che ha completato la rosa a campionato ampiamente avviato. A tal proposito intristisce notare che un trio d’attacco capace di realizzare oltre 40 reti in una stagione è stato letteralmente smantellato per pochi spiccioli di plusvalenza. E il tutto è avvenuto in una piazza in grado di garantire almeno ventimila spettatori a partita: non pochi per i tempi odierni!

    I DERBY

    All’ora dell’aperitivo va in scena il derby della Capitale con le due formazioni in lotta per un posto champions. I favori del pronostico vanno alla Roma reduce dai buoni risultati in coppa e campionato. Al contrario la Lazio si presenta col morale basso e priva tra l’altro del bomber Ciro Immobile e di Milinkovic Savic. Come accade spesso nei darby a vincere è chi sta apparentemente peggio. Succede così che il brasiliano Felipe Anderson si ricorda di essere un talento assoluto e risolve il match, complice anche una topica del difensore Ibagnez, rilanciando i suoi in terza posizione con gli stessi punti dell’Atalanta.

    A chiudere la 13a giornata 2022-23 c’è il “derby d’Italia”, programmato sul campo della Juventus. Un pareggio risulterebbe inutile per entrambe le contendenti, già in grave ritardo nella corsa allo scudetto. Nel primo tempo la Juventus balla paurosamente, ma nella seconda frazione i padroni di casa trovano due guizzi vincenti con i quali si rilanciano in graduatoria. I piemontesi sopravanzano l’Inter, sempre sconfitta nelle partite di cartello. Ora per gli uomini di Simone Inzaghi la strada si fa veramente dura!

    Potrebbe interessarti!


    beruby - Ti restituiamo denaro dai tuoi acquisti e prenotazioni in Internet

    IN CONCLUSIONE

    Immagini collegate: